• Dimensioni

    Dimensioni

Noi incolpiamo il primo di ambizione e il secondo di prostituzione, affinché sin d’ora, o serva di Dio, tu veda ciò che di essi convenga al tuo genere di vita, che tu debba giudicare su una condotta così diversa dall’umiltà e dalla castità". 

Gli ornamenti delle donne 

Tertulliano 

Nuova Pratiche Editrice, Parma 1987 

Introduzione, traduzione e note di Maria Tasinato 

Sono una delle poche studentesse di quel corso di Estetica della Professoressa Tasinato ad avere preso un 28, forse l’unica. 

Per tutti gli altri era un esamino, uno di quelli non fondamentali da ficcare dentro in un periodo in cui non avevi voglia di fare molto, galleggiare, ecco. 

E i miei compagni di corso galleggiavano bene, sissignore. 

Io no. Sarà che non sapevo nuotare, mi avevano detto a casa che se andavo sott’acqua mi entrava dalle orecchie e quindi io sono stata sempre assai lontana dall’acqua. 

Lei rideva di me, peggio, si metteva la mano davanti alla bocca per trattenere, a suo dire, ‘un modesto sorrisino’. 

Io, degli esami ‘leggeri’ non ci ho mai capito niente: sentivo attorno a me gli altri ridere, scherzare, ipotizzare voti altissimi. 

Io credo di non aver mai compreso il concetto di cosa scontata. 

Lei me lo diceva sempre: è scontato Barbara, per forza va bene, impossibile farlo andar male. Sarebbe contro natura, ti fidi – no – di me?

Evidentemente no. 

Non so fidarmi. 

Logo Footer

Barbara vive a Padova
con-tatto@barbarabuoso.it

Copyright® 2016 Barbara Buoso - Tutti i diritti sono riservati