• Dimensioni

    Dimensioni

Lasciamelo credere possibile, lascia che si prenda gran parte dei pensieri e del sonno, in fondo, che te fai di un sonno vuoto?

Lascia che sia, che prenda la forma dei nostri desideri, in fondo prima non desideravamo.

Seta, vuoi che te ne parli?

Sì, l'ho letto, ho letto tutto Baricco... ti metti le mani sulle orecchie? 

Non vuoi sentirmi parlare, più di libri, di film, e di poesie, basta. 

Vuoi che ti parli di me. 

Per la prima volta da quando ci sei c'è stato un momento di silenzio, forse perché ci siamo affrettate entrambe a non lasciare spazi bianchi. 

Ma la posso scindere la letteratura da me, io?

Posso scollarmi da dosso queste pagine, quelle pagine, senza tirare via un po' di pelle.. che, comunque, non sarebbe mia.

 

Lascia che sia…  te l'ho detto da subito e torno  a farlo ora, è indipendente da noi, vive di vita propria.. lui. 

Se ne fa un bel niente di noi, di me e di te, di te e dell'altra, e di lei.. che c'è stata. 

Ma tu pensa a un amore, l'amore più grande che conosci, quello più devoto, quello più legato, più profondo.

Immaginalo. 

Quello che si occupa di te, che si preoccupa di te, che non vede altri che te.

Pensa a questo.

E inizia a... costruirlo, a vederlo, a farlo crescere, ad alimentarlo. 

A sentirne gli effetti, a far credere al mondo tutto che non potresti essere più piena di lui... 

Come direbbe Dante, senti i benefici dell'amore. 

Seta è niente più di questo... 

La storia di un amore impossibile - quello verso la donna alla "fine del mondo" - reso possibile da Helen, sua moglie.

Ma sai cosa rende un amore impossibile... non tanto il suo "concretizzarsi", no.

Il crederci o meno.

"Tutto ciò a cui si crede inizia a esistere".

 

I perché si dimenticano in fretta...

Logo Footer

Barbara vive a Padova
con-tatto@barbarabuoso.it

Copyright® 2016 Barbara Buoso - Tutti i diritti sono riservati